Maltrattamenti bambini: a processo due maestre d’Isernia

maltrattamenti bambini

Due maestre dell’asilo di Venafro, in provincia di Isernia, di 49 e 58 anni, andranno a processo per maltrattamenti sui bambini della scuola materna molisana in cui insegnavano. Il Gup del Tribunale di Isernia, infatti, nella giornata di ieri, martedì 26 Novembre 2019, ha deciso di rinviare a giudizio entrambe al termine dell’udienza preliminare.

L’inizio del processo è fissato per il 2 Luglio 2020. I fatti contestati alle due maestre risalgono al Dicembre del 2018 e al Gennaio del 2019. La Polizia
decise di installare alcune telecamere nascoste in classe per riprendere l’operato delle due donne. Le immagini non lasciarono spazio a dubbi. La realtà quotidiana fu descritta con strattonamenti, minacce e urla continue ai bimbi, oltre che a violenze fisiche come sculacciate e libri in testa per punire i piccoli dell’asilo.

Maltrattamenti bambini: a processo due maestre

A far scattare l’inchiesta, le denunce di alcune mamme che, preoccupate dai racconti dei loro figli, si rivolsero alla Polizia. Le forze dell’ordine fecero subito partire l’indagine con l’operazione denominata “Lasciateli giocare”, coordinata dalla locale Procura della Repubblica. Le aule furono monitorate con le telecamere le cui immagini testimoniarono scene di maltrattamenti quotidiani.

Le due donne imponevano ai piccoli la legge del taglione. Obbligavano a punire i compagni con gli stessi gesti che in precedenza questi avevano usato contro di loro. Le donne tenevano fermi i bambini mentre altri, per esempio, gli tiravano i capelli. Secondo gli inquirenti, questi comportamenti avevano creato in classe un clima di paura. I sintomi di tale insofferenza erano stati notati dai rispettivi genitori, i quali, si sono costituti parte civile nel processo contro le due maestre.