Maltrattamenti in famiglia a Oristano: arrestato 48enne

maltrattamenti in famiglia oristano

Maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e privata e danneggiamenti nei confronti di moglie e figlie. Questi i reati contestati dal Pubblico ministero a un pregiudicato di 48 anni arrestato ieri dai poliziotti della Squadra mobile della Questura di Oristano. L’uomo avrebbe assunto in diverse occasioni, ripetute nel corso degli anni, un atteggiamento aggressivo caratterizzato da minacce e intimidazioni. Diverse volte avrebbe costretto la moglie a subire atti sessuali contro la sua volontà, minacciandola di far del male alle figlie o ad altri familiari se si fosse rifiutata.

Arrestato per maltrattamenti in famiglia

La moglie aveva più volte querelato il marito per maltrattamenti ma ogni volta aveva poi ritirato la denuncia per paura delle ripercussioni sulle figlie. Per questa ragione le figlie più grandi avevano già abbandonato da tempo l’abitazione dei genitori e anche la madre si era allontanata dalla casa lo scorso aprile, dopo l’ennesimo sopruso. La donna aveva portato via con se la figlia più piccola di 9 anni. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, i maltrattamenti e le violenze sessuali in famiglia sarebbero iniziate una decida di anni fa, nel 2008. Moglie e figlie subivano sistematicamente percosse con calci, pugni e schiaffi. La moglie, oltre ai maltrattamenti fisici, ha subito anche minacce e vessazioni di ogni genere.

Il caso di Brescia

Quello del 48enne è il terzo caso di violenza domestica nell’arco di pochi giorni a Oristano. E qualche giorno prima un caso simile si è verificato anche in provincia di Brescia dove un uomo è stato arrestato, e poi rimesso in libertà, per maltrattamenti in famiglia e tentata violenza sessuale ai danni della moglie.