I maltrattamenti hanno dato seguito ad una ordinanza cautelare del Gip per le operatrici

Della vicenda si stanno occupando i carabinieri
Della vicenda si stanno occupando i carabinieri

Una disabile è stata presa a schiaffi e calci in una rsa di Avellino e ci sono tre misure dei Carabinieri della territoriale. I maltrattamenti hanno dato seguito ad una ordinanza di misura cautelare per le operatrici che avrebbero messo in pratica le violenze in questione.

Disabile presa a schiaffi e calci in una rsa

Secondo quanto riferito da AdnKronos quei maltrattamenti in una Rsa dove vive la disabile si sono sostanziati in maniera terribile: la donna è stata presa schiaffi e calci e sottoposta “ad altre violenze fisiche e verbali e a trattamenti umilianti”. Ecco perché i carabinieri del Comando provinciale di Avellino hanno eseguito “un’ordinanza di misura cautelare e misure interdittive emessa dal gip di Avellino, su richiesta della Procura irpina”.

La indagini e le intercettazioni ambientali

Le misure sono scattate nei confronti di tre operatrici socio-sanitarie ritenute “gravemente indiziate dei reati di maltrattamenti e abbandono di persone incapaci”, Ma cosa aveva fatto partire le indagini? Tutto era cominciato con la segnalazione giunta ai Carabinieri di Cervinara a seguito della quale la Procura di Avellino ha disposto un servizio di intercettazione audio-video degli ambienti della Rsa. E con le cam e di microfoni piazzati in particolare nella stanza dove era ospitata una donna oggetto dei maltrattamenti denunciati era emersa la verità asserita dalla Procura operante.