Mamma arrestata per aver obbligato il figlio a tornare a casa a piedi

Heather Wallace
Heather Wallace

Heather Wallace, una mamma di 37 anni, voleva punire suo figlio perché stava facendo i capricci. Per farlo ha scelto di obbligarlo a tornare a casa a piedi. La donna è stata arrestata e ha rischiato fino a 20 anni di carcere.

Obbliga il figlio di tornare a casa a piedi come punizione: mamma arrestata

La sua intenzione era quella di punire il figlio che faceva i capricci, ma in realtà la sua vita è cambiata completamente. Heather Wallace, di 37 anni, insegnante qualificata e terapista del sonno infantile, ha rischiato fino a 20 anni di carcere dopo aver costretto il figlio a tornare a casa a piedi, perché faceva i capricci. La donna, che vive in Texas, ha puntito il maggiore dei suoi tre figli, facendolo scendere dall’auto e costringendolo a tornare a piedi. Il bambino è stato visto da una signora mentre camminava da solo per il quartiere e la donna ha avvisato la polizia. Gli agenti lo hanno recuperato e accompagnato a casa. La mamma è stata arrestata e processata per abbandono di minore.

La donna non pensa di aver sbagliato

Heather Wallace, in un’intervista al The Independent, ha spiegato di aver patteggiato per non rischiare il carcere e di aver svolto diverse ore di lavoro socialmente utile. La donna è stata costretta a dimettersi come docente e lei e il marito Scott hanno dovuto vendere la casa per pagare le spese legali e quelle mediche. Ha avuto un brutto esaurimento nervoso, ma non pensa di aver sbagliato. “Ho detto a mio figlio di scendere dall’auto e tornare a piedi in una zona che conosceva bene e molto tranquilla. Quando si comporta così è impossibile interagire con lui. Ho aperto la porta e lui è uscito. Non ci sono state urla, non ci sono state discussioni, so di non dover discutere con un bambino in quello stato d’animo” ha raccontato la donna. La polizia, però, ha definito inqualificabile il suo comportamento, sottolineando che ha lasciato il figlio in una zona dove “il traffico sessuale di minori è un problema“.