Mamma costringe le figlie ad atti sessuali in video per il fidanzato, condannata

Rose Beth Litzky con le figlie. Fonte: Facebook


Rose Beth Litzky, 33 anni, dalla Florida, è stata accusata di pedofilia e produzione di materiale pornografico infantile dopo che la polizia ha scoperto che obbligava le due figlie a spogliarsi e avere rapporti sessuali davanti alla telecamera. I video venivano girati per compiacere il fidanzato, Roberto Oquendo, 38 anni.

La donna verrà processata il prossimo 15 ottobre, mentre l'uomo sta già scontando la condanna a 50 anni di detenzione per cospirazione alla produzione di materiale pedopornografico. Oquendo ha amesso di essere ossessionato da diversi anni con la pedopornografia e di aver utilizzato il suo telefonino per scattare foto e video alle figlie della fidanzata.



In quello stesso cellulare gli agenti hanno ritrovato centinaia di screenshot e video di tipo pedopornografico, che hanno fatto capire anche il coinvolgimento della fidanzata, che per due anni consecutivi avrebbe costretto le figlie ad esibirsi in performance sessuali.


Guarda anche: Pedofilia, così la Chiesa gestisce i peccati dei suoi pastori