Mamma Nadia Toffa a Domenica In: “Il nostro era un legame di simbiosi”

mamma Nadia Toffa a Domenica In

Commozione, silenzi e abbracci che trasmettono forza, vicinanza, affetto e stima incondizionata accolgono la mamma di Nadia Toffa a Domenica In. Ospite di Mara Venier, Margherita Rebuffoni ha descritto la grinta della sua guerriera. Ha ripercorso le difficoltà di affrontare quel tremendo tumore celebrale, dal malore a Trieste ai 5 interventi. Sulla figlia ha detto: “È sempre stata tosta, una peperina. Anche un po’ incosciente. Ma aveva tante capacità”. Sulla sua carriera ha aggiunto: “Lei la gavetta l’ha fatta davvero: ci ha messo 10 anni prima di sbarcare a Le Iene“. Poi ha ricordato l’amore intenso per il suo mestiere, la sua smisurata voglia di dare voce a chi non ce l’ha. Quindi ha confidato: “Il suo lavoro e la vicinanza della gente le hanno dato tanta forza. Nadia ha conquistato il cuore di tutti”. E ancora: “Il giorno dopo l’operazione voleva tornare a condurre Le Iene“.

La mamma di Nadia Toffa a Domenica In

“Se ce la fa uno scricciolo come Gabriella ce la faccio anch’io”: con queste parole Nadia Toffa si era ripresentata al timone de Le Iene dopo due mesi di assenza, rivelando al grande pubblico e ai suoi numerosissimi fan il cancro contro cui stava combattendo.

Quindi, a Domenica In, la mamma di Nadia ha rivissuto l’amicizia con la piccola Gabriella di Taranto, descrivendo l’empatia che le ha subito unite. Poi ha rivelato: “Mi sono trasferita a Milano per vivere con lei. Volevo andare con lei persino a fare la spesa. Quando non era con me mi mancava. Ogni mattina mi dava il buongiorno chiedendomi come avessi passato la notte. Avrei dovuto domandarlo io a lei”. E ancora: “C’è sempre sento sempre la sua energia. Il ricavato dell’ultimo libro pubblicato andranno a Taranto e nella Terra dei Fuochi, ma anche in molte altre iniziative per aiutare la ricerca contro il cancro. Ma tutto parte da lei. Sono ordini suoi e io obbedisco molto volentieri”.

Poi la domanda della padrona di casa: “Dove la trovi questa forza?”. Mamma Margherita non ha dubbi: “La forza per andare avanti me la dà Nadia ogni giorno”. Quindi ha aggiunto: “Era lei che mi accompagnava e mi dava forza. Mi diceva: “Quando me ne andrò ricordati che la vita è sacra e devi essere forte, devi continuare quello che sto facendo. Spero tu non muoia prima di me, per me sarebbe un disastro. Ma so che la perdita di un figlio per un genitore equivale a una mutilazione”. Il nostro era un legame di simbiosi“.

mamma Nadia Toffa a Domenica In

Margherita Rebuffoni, inoltre, ha parlato del libro postumo della sua Nadia, “Non fate i bravi”, che contiene i testi raccolti e scritti da Nadia nei giorni del silenzio. “Lei nonostante conducesse ancora Le Iene ogni domenica, durante la settimana preferiva restare da sola”. Anche la Venier si è complimentata con la mamma di Nadia, dicendole: “Secondo me poteva fare qualsiasi cosa, non era solo una giornalista. Poteva lavorare a 360 gradi ed era preparatissima”. In mezzo a così tanti ricordi non sono mancati i momenti di sincera commozione. La conduttrice di Domenica In ha detto: “Pensavo che avrei avuto il tempo di riabbracciarla e invece non è stato possibile”.

La signora Toffa, inoltre, ha istituito una fondazione a nome di Nadia Toffa proprio per curare le malattie oncologiche e trovare un modo per curare queste malattie: “Amava la vita e amava la verità, voleva sempre aiutare gli altri. Mi ha dato un regalo in questi 18 mesi, ora so quando mi alzo cosa devo fare”.

Le parole sull’ex fidanzato

Mamma Margherita ha parlato anche della canzone scritta e cantata dalla sua Nadia, rivelando: “L’ha dedicata alla persona che amava in quel momento. Ha allontanato il suo compagno perché non voleva farlo soffrire, farsi vedere debole e fragile”.

E ancora: “Lui le è sempre rimasto vicino e l’ha sempre amata, ma Nadia aveva deciso di lasciarlo quando ha capito di non avere più speranze”. Quindi ha ribadito: “Non voleva che soffrisse e non amava farsi vedere distrutta dalla malattia“. Poi i complimenti e i dolci ringraziamenti rivolti all’ex fidanzato: “Lui aveva capito la situazione. Aveva accettato di rimanere a distanza, ma è sempre rimasto in contatto con noi, anche adesso che Nadia non c’è più. Lei si mostrava debole per il cancro solo davanti a me”.