Manageritalia Fvg: "Politica risolva situazione Porto Trieste"

Manageritalia Fvg: "Politica risolva situazione Porto Trieste"

Trieste, 12 giu. (Adnkronos/Labitalia) – "A Trieste stiamo vivendo un momento surreale nel bel mezzo di una crisi epocale. Non è pensabile che un bravo manager come il dottor Zeno D’Agostino, che tutti riconoscono abbia rilanciato il porto e creato sviluppo e occupazione, venga destituito per una circostanza kafkiana. Si tratta in altre parole dell’applicazione da parte dell’Anac, a seguito di un esposto, di una normativa di cui la stessa Anac dice di aver più volte segnalato la criticità a governo e Parlamento, che non sono intervenuti”. Così Sandro Caporale, presidente di Manageritalia Friuli Venezia Giulia, inquadra il difficile momento che la città sta vivendo.

“Non è pensabile -continua Caporale- che, sebbene da parte di tutti sia riconosciuta la bontà e onestà dell’operato di Zeno D’Agostino alla guida dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico orientale, succeda quello che tutta la città e il territorio stanno vivendo con forte preoccupazione. Rischiamo, proprio in un momento difficilissimo a livello economico, di mettere a repentaglio quanto di buono è stato fatto e di precluderne gli evidenti sviluppi futuri”.

“La politica ad ogni livello -chiude Caporale- si assuma le sue responsabilità e risolva un caso che non ha nulla di sbagliato, ma è figlio dell’incapacità del Paese di avere un sistema legislativo e amministrativo, una burocrazia, che favorisca, con una legalità vera, l’attività economica e sociale. Ed è impensabile che, poiché la sentenza contiene elementi di retroattività, si possa anche solo ipotizzare che, in mancanza di interventi amministrativi ad hoc, tutta l’attività portuale di questi ultimi anni rischi di essere nulla”.