Mancano segretari comunali, Uncem: urgente revisione del sistema -2-

red/Rus

Roma, 5 nov. (askanews) - Uncem ha proposto ai Parlamentari modificare l'art. 97 del Testo Unico degli Enti locali inserendo un comma che preveda la possibilità per i comuni sotto i 5.000 abitanti con sede vacante della Segreteria comunale, di ricorrere a funzionari di categoria D, responsabili di servizio dell'Ente o di altro Comune, in possesso di Laurea, per verbalizzare Giunte e Consigli e firmare atti, compresa la pubblicazione di delibere e determine. "In questo modo - sottolinea il Vicepresidente Uncem Mazzoleni - si mantiene una differenziazione, corretta, tra la figura del Segretario comunale e i funzionari responsabili di settori, ma allo stesso tempo si garantisce la continuità dell'attività amministrativa degli enti. I concorsi in fieri da soli non basteranno a 'pareggiare' i pensionamenti imminenti di molti segretari comunali. Una proposta immediata potrebbe essere anche quella di valorizzare, in attesa di nuovi concorsi, la figura del Vicesegretario, già esistente ma non chiaramente normata, attraverso la possibilità di svolgere questa funzione per professionisti con laurea specifica in materie amministrative e con determinata esperienza nel campo pubblico attestata ad esempio dallo svolgimento continuativo dell'attività di consulenza o revisione in Enti locali per almeno dieci anni".