Mancato l'accordo tra ITA e i sindacati

·2 minuto per la lettura
Ita mancato accordo sindacati
Ita mancato accordo sindacati

Tra la New-company ITA, compagnia aerea nata dalle ceneri di Alitalia e i sindacati è un nulla di fatto. A renderlo noto è il comunicato diramato dalla stessa azienda che, nella persona del Presidente di ITA Altavilla, ha preso atto dell’impossibilità di trovare un accordo condiviso, confermando al contempo la volontà di assumere 2800 persone.

“Il Presidente di ITA Alfredo Altavilla esprime il rincrescimento per l’impossibilità di arrivare ad un accordo, motivata dal perdurare di pregiudiziali puramente formali che nulla hanno a che fare con il merito e la bontà del progetto relativo alla nascita di ITA e che rispecchiano consuetudini e linguaggi non più attuali” ha affermato.

Ita mancato accordo sindacati, un corteo si è diretto sotto la sede di Ita

Proseguono intanto le proteste dei lavoratori di quella che un tempo fu la nostra gloriosa compagnia aerea. Nella giornata di mercoledì 8 settembre, i dipendenti si sono diretti all’Eur dove ha sede l’edificio della compagnia aerea. Diversi i disagi legati alla viabilità nonché all’ordine pubblico. Le forze dell’ordine hanno infatti presidiato l’ingresso in assetto anti-sommossa con tanto di manganelli e scudi.

Ita mancato accordo, sindacati: “La rottura delle trattative è la goccia che ha fatto traboccare il vaso”

Non si è fatta attendere la comunicazione dei sindacati che, attraverso una nota diramata sui canali ufficiali ha affermato che la rottura delle trattative è stata un punto di non ritorno. A tal proposito hanno aggiunto: “Ora serve intervenire e convocare urgentemente il tavolo sull’emergenza trasporto aereo che avrebbe dovuto essere già stato convocato a seguito delle nostre reiterate richieste, rimaste totalmente inascoltate da parte dei Ministeri che ne avrebbero avuta la titolarità, finanziando innanzitutto un ammortizzatore sociale che accompagni il piano industriale messo in campo da un’azienda pubblica”.

Ita mancato accordo sindacati, Cuscito (Filt Cgil): “Governo totalmente assente”

Infine il segretario generale del sindacato Filt Cgil Fabrizio Cuscito ha affermato che l’esecutivo su questo fronte risulta essere completamente assente. “Il Governo è completamente assente ed è da incoscienti lasciare tante persone con il rischio di perdere il posto di lavoro”. Contestualmente ha chiesto un’urgente risposta del Governo: “La tensione si sta alzando. Noi chiediamo l’immediata convocazione dal Governo. La temperatura è troppo alta. Si sta andando verso un punto di non ritorno”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli