Mancini sulla ripartenza: "Tra 12 mesi in Nazionale avremo ragazzi più scaltri"

Una nuova stagione, ripartendo da zero. La Serie A ricomincia dalla lotta scudetto, con la Nazionale sullo sfondo ancora per un po'. Roberto Mancini, dal canto suo, punta ad avere una squadra più esperta tra 12 mesi per puntare all'Europeo. Il CT della Nazionale ne ha parlato alla 'Gazzetta dello Sport'.

"I nostri ragazzi fra 12 mesi avranno più esperienza e saranno molto più scaltri. Dall'altro lato ci saranno più difficoltà perchè il tempo sarà poco e dovranno giocare tante partite. Avremo molti più giocatori nelle convocazioni rispetto ai soliti e questo ci darà l'opportunità di essere più attenti ai ragazzi".

La stagione sarà corta e i giocatori dovranno cercare di mantenersi soprattutto fisicamente, visto che anche il tempo per recuperare sarà ovviamente minore.

"La stagione sarà molto compressa e quindi dovremo fare attenzione ai ragazzi fisicamente. Dobbiamo arrivare a poco prima degli Europei e avere la possibilità di una scelta ampia, con i giocatori in forma e senza infortuni".

Protagonisti saranno anche i giovani azzurri, quelli cercati e accostati anche ai grandi club, lanciati da Mancini in azzurro.

"I giovani che giocano in Nazionale sono di grande qualità e possono avere un grande futuro, sia in Nazionale che nei grandi club. La strada è quella giusta anche per i club. In Italia i giocatori sono sempre nati e sono sempre stati bravi".

Il Commissario Tecnico ha anche commentato la lotta scudetto in Serie A, affermando di aspettarsi grandi sorprese.

"La Juve ha la rosa migliore. La Lazio viveva su un grande calcio che stava facendo. Sarà una bella lotta. Vedendo il campionato in Germania, il fattore campo senza tifosi è saltato e ci sarà da divertirsi".