1 / 20

Di Maio e il "mandato zero", il web insorge

Dagli oppositori, ma anche dal web, il "mandato zero" è immediatamente diventato un hashtag virale. La svolta di Di Maio ha scatenato gli utenti che hanno ironizzato sull'abolizione del doppio mandato, da sempre uno dei capisaldi del Movimento 5 Stelle.

Mandato zero, la mossa di Di Maio scatena i social

Nell'ultimo "tutorial" sulla riorganizzazione del M5S, Luigi Di Maio completa il pacchetto di novità organizzative per recuperare consenso - ed attivisti - sul territorio.

LEGGI ANCHE: Sai qual è il parlamentare che ha fatto più assenze?

... Chi, invece, ha più presenze in Camera e Senato?

Quella che più tiene banco nel mondo pentastellato (e non solo) è la deroga al tetto dei due mandati per i consiglieri comunali. "Se tu vieni eletto consigliere comunale o di municipio al primo mandato e lo porti avanti tutto e poi decidi di ricandidarti e non diventi né presidente di municipio né sindaco, allora quello precedente non vale", spiega Di Maio.

GUARDA IL VIDEO: Chi è Luigi Di Maio?

Il leader M5S usa una formula, accolta con ironia sui social, per certificare la deroga: il primo mandato si chiamerà "mandato zero". Tale deroga, precisa il vicepremier, non vale per chi è sindaco, cioè per chi ha "gestito potere o prende uno stipendio pieno". Lo scopo, conclude Di Maio, è quello di "non disperdere l'esperienza che un consigliere comunale matura durante il suo mandato e che può portare in altri contesti, ad esempio in Regione, in Parlamento, in Europarlamento".

LEGGI ANCHE: Conte, un anno al governo: cosa è stato fatto e cosa no

Una vera e propria rivoluzione per chi milita nel Movimento, sempre che la proposta passi il vaglio degli iscritti con un voto online sulla piattaforma Rousseau.

GUARDA IL VIDEO: Chi è Danilo Toninelli?