Manifestazione contro il green pass a Roma: momenti di tensione con la polizia

·1 minuto per la lettura
Manifestazione no green pass a Roma
Manifestazione no green pass a Roma

Tensione nelle vie di Roma per una manifestazione no green pass organizzata in centro. Si registrano scontri con la polizia durante l’evento organizzato a piazza del Popolo. Centinaia i manifestanti giunti nel cuore della città. Cariche delle forze dell’ordine e utilizzo degli idranti per disperdere la folla.

Corteo no green pass a Roma, la situazione

Diversi manifestanti sono stati fermati dagli agenti di polizia. Nel frattempo è stato segnalato un assalto alla sede della Cgil da parte di centinaia di persone. Al grido “libertà libertà” aumenta la tensione durante il corteo organizzato a Roma.

Corteo no green pass a Roma, altri dettagli

Un folto gruppo di persone è riuscito a sfondare la porta della sede del sindacato, successivamente sarebbe invece intervenuta la polizia per disperdere la folla. Il corteo resta comunque vicino al palazzo della Cgil: diversi i danni causati alla struttura. I manifestanti criticano il segretario Landini per non aver difeso i lavoratori obbligati a presentare il green pass a partire dal 15 ottobre 2021 in tutti i luoghi di lavoro pubblici e privati.

Corteo no green pass a Roma, cariche della polizia

Alcuni manifestanti si sarebbero scagliati contro la polizia nella zona di Villa Borghese nel tentativo di sfondare il cordone delle forze dell’ordine presenti sul posto. Un altro gruppo di manifestanti si sta invece dirigendo verso Palazzo Chigi. La situazione è molto tesa.

Sono invece circa 10mila i manifestanti presenti in piazza del Popolo, ma ci sono altri punti della città dove sarebbero in corso manifestazioni contro il green pass. Ecco intanto il video che mostra l’assalto alla sede della Cgil a Roma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli