Manifestazione di studenti nel centro di Milano: strade chiuse e modifiche Atm

Milano corteo studenti

Gli studenti di Milano si preparano a occupare nuovamente le vie del centro: venerdì 15 novembre si raduna il corteo “Global justice now“. La protesta sfrutta la ricorrenza della giornata mondiale dello studente per rinnovare la richiesta di giustizia climatica e sociale.

Manifestazione di studenti nel centro di Milano

I colletivi studenteschi rivendicano il bisogno di un cambiamento radicale urgente. Gli studenti avvertono l’incessante scorrere del tempo mentre il loro pianeta è devastato dalle guerre. Non solo: la situazione economica è ormai irreversibile e il cambiamento climatico provoca lo scioglimento dei ghiacciai, la siccità e mette a rischio la sopravvivenza di molte specie animali.

I manifestanti assumono inoltre le difese del popolo curdo, artefice di una società atipica rispetto all’ingiustizia del mondo. Una società libera dalla discriminazione di genere, contraria alla guerra, autogestita ed ecologica. Ma una società al contempo vittima delle violenze turche volute da Erdogan per conquistare i territori curdi nel nordest della Siria. A tal proposito, altro bersaglio del corteo sarebbero gli accordi inaccettabili tra Europa e Turchia. Il governo italiano procura il 55% delle armi dell’esercito turco e aiuta la guardia costiera libica. Il dittatore terrebbe sotto scacco i paesi europei, minacciando di lasciare passare liberamente i migranti incarcerati qualora dovessero ostacolare la sua guerra espansionistica.

Strade chiuse e mezzi Atm deviati

Gli studenti reclamano dunque pace, libertà di movimento per tutti e assenza di discriminazioni. La lotta a “questo sistema marcio” che va assolutamente cambiato comincerà da largo Cairoli, dove i manifestanti si riuniranno dalle 9:30 di venerdì 15 novembre. Al fine di permettere il corretto e pacifico svolgimento del corteo saranno effettuate una serie di modifiche alla circolazione, comunicate prontamente dalla Polizia Locale. Il serpentone di studenti si distenderà lungo diverse strade, che saranno chiuse al traffico.

Le zone interessate dalla manifestazione saranno: largo Cairoli, Foro Bonaparte, piazzale Cadorna, via Carducci, largo D’Ancona, corso Magenta, via Meravigli, piazza Cordusio, via Orefici, piazza Duomo, via Mazzini, piazza Missori, via Albricci, via Larga e piazza Fontana.

Atm, l’Azienda dei Trasporti Milanesi, ha segnalato invece la possibilità di deviazioni e rallentamenti per i tram 1, 2, 3, 4, 12, 14, 15, 16, 19, 24, 27 e per i bus 50, 54, 57, 58, 61, 73, 94.