Manifestazione Montecitorio, La Russa: “Assenza FI puzza di diserzione”

Manifestazione Roma Montecitorio La Russa

Per Ignazio La Russa l’assenza di Forza Italia alla manifestazione in piazza a Montecitorio “puzza di diserzione“. In un’intervista a Coffee Break di La7, il vicepresidente del Senato ha definito la mancanza del partito di Silvio Berlusconi “una prova di miopia. Forza Italia ha detto che manifesterà in Aula e non fuori, ma dimentica che il centrodestra nacque, nel 2001, proprio da una manifestazione di piazza promossa da Berlusconi”.

La Russa, le dichiarazioni

L’assenza dei forzisti non sarebbe dunque “motivata da ragioni culturali” quanto “semplicemente dal tentativo di distinguersi. Ma è un tentativo miope. Possono distinguersi, ma a furia di distinguersi si marginalizzeranno“.

Quella in piazza a Montecitorio è “una manifestazione aperta a tutti”, spiega La Russa. “Ci sono esponenti e soprattutto elettori anche di sinistra e M5s, non solo l’onorevole Galantino [Davide Galantino, deputato pentastellato, ndr], che, come hanno riportato i giornali, ha deciso di aderire. Ci teniamo a sottolineare che è una manifestazione quasi spontanea, promossa da Fratelli d’Italia ma senza alcun simbolo di partito, perché vuole testimoniare il disgusto della maggioranza dell’opinione pubblica italiana nei confronti di un governo che nasce solo e soltanto per impedire che si possa tornare al voto e perché vogliono mantenere le loro poltrone. Abbiamo tutti [i partecipanti alla manifestazione, ndr] in comune la decisione di non stare né col Pd né col M5s”.

Salvini a Montecitorio

Alla manifestazione organizzata da Giorgia Meloni ha partecipato anche Matteo Salvini, che al suo arrivo ha rivolto un “saluto ai poltronari dell’inciucio chiusi nei palazzo del Pd”. Il leader della Lega ha ribadito che “prima o poi si vota, non possono scappare. Il conto da pagare arriverà, e per loro sarà salato: verranno cacciati, per sempre“.