Manifestazione no Green pass a Pescara, scattano denunce e sanzioni

·1 minuto per la lettura

Erano circa un migliaio, secondo la Questura, i partecipanti alla manifestazione "No green pass" che si è svolta ieri pomeriggio a Pescara. In parte erano aderenti - secondo la Polizia che sta effettuando indagini - ai movimenti "No vax" , "Governo del popolo" e "Io apro". Sono tutti confluiti in piazza della Rinascita, meglio nota come Piazza Salotto, aderendo ad un’iniziativa nazionale lanciata sui social nei giorni scorsi per protestare contro la certificazione verde. "La manifestazione, - dice la Questura in una nota - non preavvisata, evolveva in un corteo non autorizzato".

I "no green pass" hanno stazionato nei pressi della Nave di Cascella, per poi dirigersi su Corso Umberto "dove - viene puntualizzato - il presidio della polizia evitava che un alterco con i promotori di un gazebo di Forza Italia evolvesse negativamente. Successivamente il corteo, anticipato e seguito dalle forze di polizia e dalla Municipale si dirigeva verso il Palazzo del Governo, ove i vari promotori prendevano a turno la parola per protestare contro la politica del Governo e l’ipotizzata dittatura sanitaria. La manifestazione si concludeva alle 19.40".

I promotori, "molti dei quali già noti alla Digos verranno denunciati per aver partecipato ad una manifestazione non autorizzata. Verranno inoltre sanzionati amministrativamente per essersi assembrati senza indossare la mascherina". La Scientifica "ha raccolto una vasta documentazione fotografica, utile all’identificazione e documentazione delle attività illecite poste in essere".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli