Manifestazioni a Parigi: chiuse le stazioni della metropolitana -2-

Ihr

Roma, 21 set. (askanews) - I "Gilet jaune" sperano in un nuovo slancio, in nome della "convergenza delle lotte". Più di 7000 membri delle forze di polizia sono mobilitati.

Diverse istituzioni e musei hanno rinunciato all'apertura, come il Petit Palais e Grand Palais, nonostante oggi sia la Giornata europea del Patrimonio in cui dovrebbero essere aperti al pubblico numerosi palazzi istituzionali, fra i quali lo stesso Eliseo. Nonostante la sorveglianza rafforzata, il rischio di una intrusione dei manifestanti anche solo per scattare una foto da condividere sui social network è reale.

L'Arco di Trionfo, danneggiato durante una precedente mobilitazione nel dicembre 2018, sarà inaccessibile. Questo sarà anche il caso del palazzo Rothalin-Charolais, sede del ministero delle relazioni con il Parlamento, la cui porta è stata sfondata a gennaio dai manifestanti.