Manifesto di Natale sessista: il sindaco lo fa rimuovere da tutta la città

Pubblicità sessista Catania
Pubblicità sessista Catania

Dopo lo scandalo dell’inchino al boss a Paternò, si torna a parlare di Catania a causa di una pubblicità sessista. Un cartellone pubblicitario recita: “Fai come lei… scegli le palle giuste”. Accanto allo slogan, una giovane donna vestita da Babbo Natale e un sacco pieno di palline numerate. Un messaggio che è stato ritenuto offensivo, che i cittadini hanno tempestivamente segnalato all’amministrazione comunale. Immediato l’intervento del sindaco di Catania Enzo Bianco che, avendo chiesto la convocazione di una riunione del comitato di vigilanza per il contrasto alla pubblicità offensiva, ha dichiarato: “È una pubblicità inaccettabile che usa un linguaggio che ricorre a tristi metafore sessiste”.

“Un messaggio profondamente diseducativo oltre che offensivo della persona umana e, in particolare, in questo caso, della donna” ha aggiunto il Sindaco di Catania. Durissime le parole dell’assessore alle Pari opportunità Valentina Scialfa, che ha aggiunto: “Si tratta di una questione culturale e sociale, continuiamo nella battaglia ad ogni forma di offesa verso le donne, lavorando in modo condiviso”. “Ringrazio chi mi ha segnalato questo bruttissimo manifesto” ha concluso l’assessore. Nel novembre 2013 l’amministrazione comunale di Catania ha anche approvato un regolamento che consente di oscurare tutte le pubblicità ritenute sessiste e volgari. Alcuni interventi sono già stati fatti nei mesi scorsi.

Intanto il servizio affissione del Comune, già nelle prossime ore, inizierà a rimuovere tutti i manifesti ritenuti offensivi, collocati in diverse zone della città di Catania. Una risposta forte e chiara a slogan pubblicitari che si potrebbero prestare a letture ambigue.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli