Manifesto per il 4 Novembre: tra i caduti anche Mussolini

Sindaco affigge un manifesto per il 4 Novembre che raffigura Mussolini.

Fa discutere la scelta del sindaco di Ospedaletto Lodigiano, che ha fatto affiggere un manifesto per celebrare il 4 Novembre ma, tra i volti raffigurati, appare anche quello di Benito Mussolini. Protestano i cittadini che chiedono le spiegazioni del gesto.

4 Novembre: il manifesto con Mussolini

Il manifesto affisso in occasione del 4 Novembre è storico, datato 1937. Su di esso sono rappresentati i volti di tutti i caduti lodigiani nella Grande Guerra. Accanto a comuni cittadini più e meno note compaiono anche personalità entrate nella storia, come Vittorio Emanuele III e il Duce. La presenza di Mussolini sarebbe motivata dal fatto che il manifesto è stato prodotto, in origine, proprio per celebrare il Regime.

Ciò non toglie che i cittadini si sono mostrati subito indignati e hanno chiesto spiegazioni. Il sindaco Eugenio Ferioli ha riferito di aver ricevuto chiamate anche dal Prefetto e dal Rettore. Ha poi voluto spiegare che la sua non è stata una scelta fatta in base a specifiche ideologie, ma solamente per onorare tutte le persone e i militari che hanno perso la vita per difendere il Paese.

Le spiegazioni date però non sembrano aver convinto i cittadini di Ospedaletto Lodigiano. Il Sindaco, che si definisce “da sempre antifascista” ha lasciato alcune dichiarazioni: “Ho garantito al prefetto — promette — che oggi al corteo per il 4 Novembre prenderò la parola per scusarmi con il paese per quanto accaduto. Sperando di chiudere la polemica“.

Non si tratta dell’unica polemica sollevata, nel medesimo periodo, dalla rievocazione di Mussolini. Tra queste, spicca quella, esplosa in Friuli Venezia Giulia, per la presentazione dell’Amaro del Duce.