Mannino assolto anche in Appello

webinfo@adnkronos.com

La Corte d'Appello di Palermo ha confermato l'assoluzione dell'ex ministro Calogero Mannino nell'ambito del processo sulla trattativa tra Stato e mafia. La sentenza è stata emessa dopo cinque ore di camera di consiglio (VIDEO). L'accusa aveva chiesto la condanna a nove anni di carcere. Mannino, accusato di violenza o minaccia a corpo politico dello Stato, non ha assistito alla sentenza ma ha atteso dalla sua abitazione la telefonata del suo legale, l'avvocato Marcello Montalbano. 

"Per oggi c'è la sentenza della Corte di Appello, che conferma l'assoluzione e proclama la mia innocenza come altre sentenze in questi venti anni" ha detto Mannino all'Adnkronos.  

"Sono soddisfatto - ha commentato l'avvocato Montalbano - Ho sentito Mannino, era emozionatissimo e soddisfatto. Infine ha ringraziato gli avvocati". "Sicuramente le motivazioni di questa sentenza certificheranno in modo ormai definitivo e inattaccabile l’assoluta estraneità di Mannino da questa ipotesi accusatoria" ha aggiunto il legale. 

L'ex generale dei carabinieri Mario Mori, condannato a 12 anni in primo grado nel processo Trattativa, parlando con l'Adnkronos osserva: "Adesso che hanno assolto Mannino per i pm si pone un problema molto serio. Dovranno trovare il politico innominato che ci avrebbe ordinato di contattare il capomafia Totò Riina. Se non è Mannino, chi?".