Manovra 2023, Giorgia Meloni: "Attenta a redditi bassi". Letta: "Dà idea di improvvisazione"

Giorgia Meloni manovra
Giorgia Meloni manovra

Il Governo guidato da Giorgia Meloni è al lavoro per definire i contenuti della manovra del 2023 e che verrà messa sul tavolo nel prossimo Consiglio dei Ministri che avrà luogo lunedì 21 novembre.

In un post su Facebook il premier e leader di Fratelli d’Italia ha anticipato quale sarà il focus e soprattutto la fascia di popolazione alla quale si rivolgerà. Tempestiva la replica del segretario del PD Enrico Letta che ha annunciato che verrà elaborata una controproposta.

Giorgia Meloni sulla manovra del 2023: “Avrà una particolare attenzione ai redditi bassi”

La manovra, ha spiegato in particolare Giorgia Meloni, si dedicherà in particolare alle famiglie e ai bassi redditi: “Siamo al lavoro su una legge finanziaria attenta a famiglie e imprese, con particolare attenzione ai redditi bassi. Un provvedimento per fronteggiare il caro bollette e sostenere milioni di cittadini in questo periodo difficile e delicato: queste sono le nostre priorità”.

Ha anche aggiunto: “Ieri ho riunito le forze di maggioranza e i ministri competenti per discutere dei provvedimenti da inserire nella Legge di Bilancio, anche in attesa del Consiglio dei Ministri che avrà luogo lunedì, con importanti iniziative del Governo”.

Letta: Il PD lancerà la sua controproposta sulla legge di Bilancio

Nel frattempo il segretario del PD, intervenendo in assemblea ha annunciato che il partito lancerà per la giornata di “Sabato 3 dicembre: iniziative su tutti i territori sulla nostra controproposta di legge di bilancio” e che andrà a riguardare “salari, caro vita, inflazione, salario minimo…”. Infine ha dichiarato che la prima legge di Bilancio messa a punto dalla maggioranza “dà l’idea dell’improvvisazione”.