Manovra, assessore Lombardia: forte preoccupazione per platic tax

red-fcz

Milano, 5 nov. (askanews) - "Anche la Lombardia valuta con preoccupazione la decisione del governo di inserire una tassa sulla plastica monouso. La cosiddetta Plastic Tax mi preoccupa moltissimo. E' l'esempio dell'approccio ideologico e inadeguato di questo governo alla soluzione dei problemi". Così l'assessore all'Ambiente della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, esprime la propria perplessità sulla decisione del governo di introdurre una tassa sulla plastica monouso.

Secondo l'assessore lombardo, in questo modo "si rincorre una finta propensione all'ambiente e all'economia circolare e lo si fa con uno strumento che otterrà l'effetto opposto". Perchè "mettere la tassa di 1 euro al kg sulla plastica riciclata, in cui il polimero più caro costa 94 centesimi - osserva Cattaneo - significa raddoppiare il costo di questa plastica e per i polimeri meno cari triplicarlo, quadruplicarlo, decuplicarlo. Tutto questo avrà l'effetto di mettere fuori dal mercato le nostre imprese, farà perdere migliaia di posti di lavoro e non favorirà il percorso di transizione verso l'economia circolare che invece in Italia e in particolare in Lombardia sta funzionando molto bene. Abbiamo già avuto i primi riscontri concreti da parte di imprese lombarde che operano nella produzione e recupero della plastica che non potranno più essere in condizioni di operare se procederà questa iniziativa del governo".

Cattaneo non ha dubbi: "Questa - sottolinea - non è la strada giusta. Invece di tassare chi lavora bisogna sostenere il riciclo, favorire una norma sull''End of Waste' più adeguata e insistere perchè si sviluppino le plastiche più compatibili con l'ambiente".