Manovra, Bergamini (Fi): italiani tartassati da governi sinistra

Pol/Vlm

Roma, 30 set. (askanews) - "L'esecutivo rossogiallo dice di non voler aumentare le tasse, eppure io non ricordo governi di sinistra che non lo abbiano fatto. Adesso che sono addirittura quattro le forze di sinistra a comporre la nuova maggioranza, sarà inevitabile, per non tagliare la spesa pubblica, aumentare la pressione fiscale". Così Deborah Bergamini, deputata di Forza Italia, intervenendo oggi a Tagadà sulla prossima manovra di bilancio.

"Trovo davvero curioso - continua l'esponente azzurra - che Renzi continui a sostenere di non aver aumentato le tasse, quando invece nel 2015 durante il suo governo, gli italiani hanno pagato ben 9 miliardi di euro in più di imposte. Proprio dopo la sua manovra, il prelievo fiscale arrivò alla cifra 'monstre' di oltre 700 miliardi".

E sulla gestione dei flussi migratori, conclude: "C'è un tema immigrazione che in passato il Pd ha ampiamente sottovalutato. Mi auguro solo che lo ius culturae non si usi come strumento di distrazione di massa per non affrontare questioni scomode al governo, proprio come l'aumento delle tasse".