Manovra, Brunetta (Fi): governo costretto a riscriverla

Pol-Afe

Roma, 22 ott. (askanews) - "Questo Governo si si sta bruciando tutto il capitale di fiducia che aveva nei confronti di Unione Europea, mercati finanziari e agenzie di rating. Doveva ridurre il deficit e il debito, come chiedevano Bruxelles e gli investitori internazionali. Non l'ha fatto. Passata la linea di estrema sinistra portata avanti dal Movimento Cinque Stelle, l'Esecutivo si troverà ora a dover riscrivere completamente la manovra, a partire dai saldi, per evitare l'apertura di una procedura di infrazione da parte della Commissione. Quasi sicuramente un compromesso si troverà. Ma la reputazione perduta nei confronti dei mercati finanziari, che infatti hanno già ripreso a vendere BTP e azioni italiane, ormai è venuta meno. Il premier Conte e il ministro Gualtieri impareranno presto a loro spese la regola base della finanza: chi non rispetta i patti viene tagliato fuori e avanti il prossimo. I cocci del disastro, nel frattempo, li raccoglieranno gli italiani". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.