Manovra,Brunetta (Fi): governo giallo-rosso chiarisca cosa farà

Tor

Roma, 15 set. (askanews) - "Nell'ultimo Ecofin svoltosi a Helsinki, il primo al quale ha partecipato il neo ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, il governo giallo-rosso ha subito tentato di portare avanti la sua nuova linea di politica economica, tutta orientata all'aumento di spesa pubblica. Il ministro Gualtieri ha dichiarato che "la manovra non sarà restrittiva" ma, al contempo, ha anche assicurato ai partner europei che l'Italia si muoverà all'interno dei vincoli europei di finanza pubblica e che il debito pubblico scenderà. Un binomio purtroppo impossibile, dal momento che una manovra espansiva, per definizione, è quella fatta o con un aumento di spesa pubblica, a parità di tassazione, o con una diminuzione di tassazione, a parità di spesa, oppure con un mix di aumento di spesa e una riduzione della tassazione. La risultante contabile è, in ognuno dei tre casi, un aumento del deficit e, di conseguenza, del debito pubblico". Lo dichiara Renato Brunetta, responsabile economico di Forza Italia.

"Quindi - sottolinea il parlamentare Fi- delle due l'una: o è vero che la manovra economica non sarà restrittiva, e allora deficit e debito saliranno, violando le regole europee, oppure l'Italia rispetterà davvero gli obiettivi di finanza pubblica e allora la manovra dovrà essere per forza di cose restrittiva, ovvero realizzata o con un aumento di tasse, o con tagli alla spesa, o, di nuovo, con un mix delle due cose".