Manovra, Brunetta (Fi): mancano risorse per promesse giallorosse

Tor

Roma, 13 ott. (askanews) - "Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha degli evidenti problemi con l'economia. All'inizio di quest'anno, dal Forum di Davos, aveva annunciato in pompa magna agli italiani che il 2019 sarebbe stato "un anno bellissimo", con il Pil che sarebbe cresciuto al tasso del +1,5%. Quindici volte quello che crescerà nella realtà, ovvero un deludente +0,1%, il dato peggiore tra tutti i paesi dell'Unione Europea, sempre che negli ultimi due trimestri dell'anno la crescita non diminuisca ulteriormente, facendo terminare l'anno con una crescita del Pil letteralmente pari a zero. Senza dimenticare che, secondo gli osservatori internazionali, anche per i prossimi due anni la crescita sarà da zero virgola, la peggiore d'Europa".Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.

"Pochi giorni fa - prosegue- il premier Conte ha fatto il bis, con delle promesse fatte a pioggia di avere risorse sufficienti per tagliare le tasse, soprattutto quelle sul reddito dei lavoratori dipendenti, e aumentare le spese per famiglie e imprese. Oggi l'ennesima retromarcia, con l'ammissione che ci sono "pochi margini" di manovra. Ovvero, che soldi per finanziare tutto quanto promesso per la prossima Legge di Bilancio non ci sono".