Manovra, Brunetta (Fi): nessuna misura che preveda riduzione debito

Pol/Vlm

Roma, 8 nov. (askanews) - "La Commissione Europea ha messo per iscritto, nelle sue previsioni autunnali di ieri, che la Legge di Bilancio presentata dal Governo italiano è inutile, in quanto le misure di quota 100 e reddito di cittadinanza hanno effetti recessivi sul Pil, in uno scenario caratterizzato da crescita da zero virgola". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.

"Per questo motivo, Bruxelles si attendeva una manovra diversa, che riducesse queste due misure e prevedesse misure per la riduzione del debito pubblico, come privatizzazioni e dismissioni, che finora hanno assicurato un gettito pari a zero al bilancio dello Stato. Azioni che però il Governo giallorosso non ha voluto inserire nel testo. Così, tanto per fare un esempio, il rapporto deficit/Pil per il 2020 è stato rivisto al 2,3%, rispetto al 2,2% previsto dal Governo. Certamente, il fatto che i 4 partiti di maggioranza passino il tempo a litigare sulle tasse da mettere e da togliere non aiuta. Anzi, il rischio è quello di avere ancora più deficit per via dei continui retromarcia del litigioso Esecutivo giallorosso", conclude.