Manovra, Brunetta: per bloccare aumento Iva mancano ancora 11 mld

Pol/Bac

Roma, 1 ott. (askanews) - "Sulla sterilizzazione delle clausole di salvaguardia, è utile ricordare che una uscita corrente deve sempre essere finanziata da una entrata corrente. La sterilizzazione che vorrebbe fare questo Governo vale solo per un anno. E per i successivi cosa succede? Bisognerà trovare di nuovo 11 miliardi (almeno), perché le risorse trovate per la sterilizzazione ammontano solo a 12 miliardi. Le clausole di salvaguardia sono quindi, in realtà, solo rinviate". Lo afferma in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.

"Non è ancora chiaro il 'come' sarà sterilizzata l'Iva. Non con le previste 'rimodulazioni', sostenute dal ministro Gualtieri, basate su un piano redatto dall'ex ministro Tria. Allora come? Le misure che mirano a incentivare l'uso del contante - aggiunge - sono regressive. Gli strumenti di pagamento elettronici sono usati maggiormente dai ricchi, che quindi beneficerebbero di più dagli incentivi".

"Il debito pubblico, in valore assoluto, continua a crescere. Quando la BCE terminerà il suo programma di acquisti dei titoli di Stato, i rendimenti torneranno a salire. La riduzione delle spese per interessi è, quindi, sovrastimata (e quindi il deficit sottostimato)", conclude.