Manovra, Brunetta: più tasse per 5,5 mld, come con rimodulazione Iva

Pol/Bac

Roma, 5 nov. (askanews) - "La nuova Legge di Bilancio ha introdotto 5,5 miliardi di euro di nuove tasse. Ovvero, pari all'ammontare della rimodulazione dell'Iva che l'ex ministro dell'Economia Giovanni Tria prima, e quello attuale Roberto Gualtieri poi, avevano proposto. Ricevuto il rifiuto dei 4 partiti di sinistra che compongono la maggioranza, giustificato dall'esigenza di non perdere consenso elettorale, l'aumento della tassazione indiretta, sui consumi, ha dovuto rientrare dalla finestra attraverso le microtasse che compongono la manovra: dalla plastic alla sugar tax, dalla web tax alla riduzione della flat tax sulle partite Iva. A conti fatti, l'aggravio per famiglie e imprese provocato da queste tasse è identico a quello che ci sarebbe stato con la rimodulazione dell'Iva. In pratica, il Governo è ricorso al classico gioco delle tre carte, per far credere agli italiani che le tasse non aumentano". Lo afferma in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.