Manovra, Calenda: è vuota. Grande presa in giro per elettori

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 nov. (askanews) - "Trovo questa manovra una grande presa in giro anzitutto per gli elettori della destra. Tutte le promesse sono state disattese". Così il leader di Azione, Carlo Calenda, in conferenza stampa in Senato.

"Berlusconi - ha attaccato Calenda - aveva promesso pensioni doppie" e invece "arriveranno sei euro al mese"; "dici che abolisci la Fornero e invece fai un intervento per 42mila persone che ci costerà alla fine della legislatura 3,5 miliardi di euro; dici abolisco il reddito di cittadinanza e poi affermi che non sai come farlo; la flat tax per tutti è diventata una flat tax solo per le partite Iva fino a 85mila euro generando il fatto che un dipendente con quel reddito paga 27mila euro di tasse e una partita Iva 9mila. La logica qual è? Non ci sono investimenti di natura industriale e quindi non c'è una visione di Paese, che si fa sulla sanità? Sull'istruzione? Sulla ricerca, sui giovani e le donne, sulla povertà? Non c'è niente" nella manovra varata dal governo Meloni, ha chiosato Calenda.