Manovra, Carfagna: per investimenti al sud serve no-tax area

Adm

Roma, 8 ott. (askanews) - La manovra deve introdurre una "no-tax area" che favorisca gli investimenti al sud. Lo dice la vice-presidente della Camera Mara Carfagna, Fi. "Negli ultimi anni la sinistra ha affossato il Mezzogiorno, noi lo diciamo da tempo e adesso lo certificano anche l'Unione europea, da una parte, e il presidente dell'Istat, dall'altra".

Secondo la Carfagna "la retorica dei Piani per il Sud e delle Zone economiche speciali ha solo creato una cortina di fumo, dietro la quale nascondere la triste realtà della progressiva diminuzione degli investimenti pubblici nelle regioni meridionali e - come ha spiegato stamattina il presidente Blangiardo alla Camera - un tasso e una qualità dell'occupazione sempre più distanti da quelli del Centro-Nord. Perdere anche buona parte dei fondi europei, come minaccia Bruxelles, sarebbe una sciagura per il Sud da evitare a ogni costo".

Conclude la deputata azzurra: "La prossima manovra suona come l'ultimo appello. Il governo la smetta con le mance e con le promesse, il Sud non chiede niente di più di quello che gli spetta e che anche l'Europa gli riconosce. Bisogna aumentare gli investimenti pubblici e rilanciare quelli privati, con la creazione di una no-tax area rivolta direttamente alle imprese ed estesa all'intero Mezzogiorno, anche utilizzando i fondi europei. Se non cresce il Sud, tutta l'Italia resta ferma".