Manovra, Carrara (Fi): punito regime dei minimi

Pol/Bac

Roma, 16 ott. (askanews) - "L'approccio punitivo di questa manovra economica del governo delle quattro sinistre è evidente in ogni misura, ma quando arriva a comprimere le piccole partite Iva allora significa che ha raggiunto un punto di non ritorno. I numerosi paletti inseriti nel regime dei minimi per i tanti lavoratori indipendenti rappresentano più burocrazia, più oppressione statale e meno tempo da dedicare al lavoro. Anche l'abolizione delle previste agevolazioni per i redditi tra i 65 e i 100mila euro dimostra la volontà del governo di punire le libere attività e la voglia di fare di tanti cittadini, premiando, viceversa, l'assistenzialismo attraverso il reddito di cittadinanza. E' una visione emblematica dello Stato accentratore e statalista tipica del Pd e del M5S". Lo afferma il deputato Maurizio Carrara, responsabile Industria di Forza Italia.