Manovra, Ceccardi: è fatta solo di demagogia e tasse

Xfi

Firenze, 17 ott. (askanews) - "È la peggior manovra degli ultimi anni, fatta solo di demagogia e tasse. A farne le spese saranno famiglie, imprese e lavoratori, soprattutto quelli autonomi, e partite iva. Il governo abusivo giallorosso vuole ridurre il popolo italiano ad un bancomat, spremendolo all'osso, continuando ad inasprire una pressione fiscale già altissima con l'unico scopo di non contraddire i diktat di Bruxelles". Lo afferma l'europarlamentare della Lega Susanna Ceccardi.

"Come previsto, ogni proposta avanzata dalla Lega, a partire dall'estensione della flat tax, è stata cancellata: questo governo, vuole punire politicamente il ministro Salvini trascinando nel baratro l'Italia intera. Le uniche proposte -prosegue Ceccardi- sono una valanga di nuove tasse e balzelli ed un giro di vite sull'utilizzo del contante: verrà infatti progressivamente ridotto alla soglia dei mille euro l'importo massimo dei pagamenti in carta moneta. È l'ennesimo favore all'Europa della finanza, dei burocrati e delle banche; il testo del DPB, il documento programmatico di bilancio, inviato a Bruxelles per l'approvazione della commissione, prevede un deficit del 2,2 per cento fuori dai parametri previsti dall'Europa e quindi nei prossimi giorni potrebbero anche esserci sorprese in senso restrittivo se la commissione chiedesse delle modifiche".

"Tra i balzelli più ipocriti la plastic tax, la tassa sugli involucri di plastica, che, con la scusa di difendere l'ambiente comporterà un aumento dei beni alimentari di prima necessità", commenta l'europarlamentare.

"È l'ennesima manovra dei burocrati di palazzo, -conclude Susanna Ceccardi- lontani anni luce dalle reali esigenze dei cittadini. Giuseppe Conte, che nessuno ha votato e nessuno ha eletto, è la brutta copia di Mario Monti".