Manovra, Conte:ha effetto redistributivo per famiglie e imprese

Loc

Bruxelles, 17 ott. (askanews) - "La manovra nel complesso ha un effetto redistributivo molto significativo, a beneficio dei lavoratori; c'è un taglio per le famiglie soprattutto con figli, quindi famiglie numerose; e anche per le imprese, confermiamo un quadro robusto d'interventi Industria 4.0 con ulteriori incrementi". Lo ha sottolineato il premier, Giuseppe Conte, parlando con i giornalisti al suo arrivo al Consiglio europeo oggi a Bruxelles.

"Quello che facciamo - ha continuato Conte - è creare un aggravio selettivo per alcuni settori di attività. Ma questo è in linea con la politica che persegue questo governo: abbiamo parlato di svolta, di Italia più verde, più pulita. Di qui allora un aggravio che va a pesare sui prodotti altamente inquinanti", e poi anche "sui tabacchi, e le 'slot machine'".

"Quindi sono interventi selettivi, ma la redistribuzione interna avvantaggia i lavoratori, le famiglie", ha insistito il premier. E poi, ha aggiunto, "le piccole partite Iva, i lavoratori autonomi, i commercianti, gli idraulici, fino a 65.000 euro all'anno continueranno a pagare le tasse con un'aliquota al 15%. E' un grande costo per lo Stato, ma abbiamo voluto mantenere una riforma già fatta su cui non volevamo indietreggiare".

"E non è vero - ha osservato ancora Conte - che penalizziamo i pagamenti in contanti. Chi vuole, può continuare a utilizzarli, non ci vedo nulla di grave se uno vuol pagare una fattura con i rotoli di 2.000 o 3.000 euro. Non penalizziamo l'utilizzo del contante, ma incentiviamo i pagamenti elettronici, digitali. Chi si conformerà avrà dei vantaggi, come in altri paesi", ha concluso il premier.