Manovra,Damiani: ricorda era Monti. Brutto risveglio per italiani

Pol/Vep

Roma, 16 ott. (askanews) - "Se questi sono i risultati degli incontri di governo notturni, che proverbialmente dovrebbero portare consiglio, sarebbe meglio riunirsi in pieno sole a mezzogiorno. Il documento varato al termine di una lunga sessione sulla legge di bilancio conferma quanto di negativo avevamo già intravisto dalla Nadef. Nulla di coraggioso, anzi: si rispolverano per esempio provvedimenti come l'abbassamento della soglia di utilizzo del contante da 3mila a mille euro di memoria montiana, già bocciati negli anni scorsi come valido contrasto all'evasione fiscale". Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Dario Damiani.

"Una riunione fiume che non solo non ha prodotto nulla di realmente efficace per sbloccare la situazione di stallo/recessione della nostra economia ma ha evidenziato tutte le crepe e le contraddizioni fra i tre attori, M5S Pd e Italia Viva. Un tasso di litigiosità interna già a livelli di guardia dopo poche settimane dal varo di questa improbabile maggioranza, che ora si presenta a Bruxelles col cappello in mano per chiedere più flessibilità, che tradotto vuol dire "non sappiamo dove trovare le coperture, lasciateci indebitare ancor di più a danno dei nostri figli". Una brutta notte e un risveglio peggiore per i cittadini", conclude.