Manovra, domani voto di fiducia alla Camera tra tensioni in maggioranza

·2 minuto per la lettura
Palazzo Montecitorio

ROMA (Reuters) - Il governo porrà nel pomeriggio la questione di fiducia alla Camera sulla legge di Bilancio per il 2021.

Il voto, in programma domani, avviene tra crescenti tensioni all'interno della maggioranza con il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, che attacca di continuo il premier Giuseppe Conte e minaccia di far cadere l'esecutivo.

Renzi chiede soprattutto maggiore collegialità nella gestione dei fondi che arriveranno dal Recovery Fund e preme perché l'Italia attinga ai finanziamenti del Mes, il fondo salva-stati europeo.

Tra minori entrate e maggiori spese, la manovra contiene interventi espansivi per circa 40 miliardi di euro, finanziati tramite 25 miliardi di extra deficit e circa 15 miliardi del Recovery Fund (l'Italia deve ricevere in totale oltre 200 miliardi entro il 2026).

Nel 2021 il deficit dovrebbe ridursi al 7% del Pil dal 10,8% atteso quest'anno, che riflette i circa 100 miliardi di interventi espansivi adottati a sostegno di un'economia flagellata dalla crisi del coronavirus.

Il target di indebitamento del prossimo anno è in ogni caso destinato a salire. A inizio anno il Tesoro annuncerà un nuovo pacchetto di stimolo il cui valore, secondo fonti governative, dovrebbe ammontare a circa 20 miliardi.

La manovra stanzia oltre 5 miliardi per finanziare la cassa integrazione nel primo semestre del 2021 e rende esenti da Iva i vaccini contro il Covid.

Circa 420 milioni vanno a potenziare gli incentivi all'acquisto di auto a basse emissioni, inclusi veicoli elettrici ed ibridi.

Quasi 2 miliardi nei prossimi due anni vanno a finanziare incentivi alle aggregazioni bancarie, con i quali il Tesoro punta ad attirare un compratore per Monte dei Paschi di Siena.

Tra le agevolazioni mirate a sostenere la domanda interna, sale a 16.000 euro il tetto per il bonus mobili, la detrazione al 50% per le spese sostenute acquistando mobili ed elettrodomestici.

(Giuseppe Fonte e Gavin Jones, in redazione a Milano Sabina Suzzi)