Manovra, Endrizzi (m5s): eliminare ipotesi decreto Mef su azzardo

Pol/Gal

Roma, 13 nov. (askanews) - "E' necessario valutare l'opportunità di sopprimere il comma 4 dell'articolo 92 del ddl di Bilancio perché, nel demandare a un decreto del Ministro dell'economia e delle finanze la definizione della distribuzione dell'offerta territoriale in materia di gioco d'azzardo, si pone in conflitto con la legislazione regionale che allo stato regolamenta tale distribuzione nel perimetro delle competenze costituzionalmente attribuite alle regioni in materia di tutela della salute". Lo afferma, in una nota, il senatore del MoVimento 5 stelle Giovanni Endrizzi riportando quanto inserito nel rapporto favorevole della Commissione Igiene e Sanità al ddl di Bilancio.

"Ci sono normative di Regioni e di Comuni - spiega Endrizzi - come per esempio Torino e Roma che pongono un argine all'azzardo per tutelare i cittadini da una offerta che tutti ormai riconoscono smisurata. Norme che peraltro Tar, Consiglio di Stato e Corte Costituzionale hanno dichiarato legittime. Non si possono compromettere. Il lavoro che stiamo portando avanti è un lavoro a garanzia della salute pubblica: il gioco d'azzardo è un pericolo potenziale per tutti ed è divenuto dramma per tantissime famiglie che vivono sulla loro pelle le conseguenze della patologia. Il MoVimento 5 Stelle, a partire dal decreto Dignità, ha iniziato una battaglia accanto a queste persone. Una battaglia che è assolutamente necessario continuare".