Manovra, +Europa: fittizzi 7 miliardi da lotta a evasione

Pol-Afe

Roma, 2 ott. (askanews) - "La lotta all'evasione si fa e poi si restituisce quanto recuperato ai cittadini onesti sotto forma di minori tasse e più servizi. Mettere invece a preventivo la cifra di 7 miliardi da recupero di evasione, come fa il governo, significa scrivere il bilancio dello Stato sull'acqua, perché il recupero da evasione fiscale è da sempre incerto". Lo afferma Piercamillo Falasca, vicesegretario di Più Europa.

"Sono stati recuperati appena 1,8 miliardi dalla fatturazione elettronica, che è una riforma strutturale, come si potranno mai recuperare 7 miliardi ora? Cosa farà l'Agenzia delle Entrate, avrà mandato di raggiungere obbligatoriamente quell'obiettivo anche a costo di vessare i contribuenti onesti? In Italia, si sa, vince l'illiberale principio del 'solve et repete', prima paghi e poi se hai ragione il fisco ti restituisce il maltolto. La verità - prosegue Falasca - è che questa famigerata voce di 7 miliardi è stata gonfiata per giustificare il blocco dell'aumento dell'Iva che il governo non sa concretamente come finanziare. E il rischio è dunque che quell'aumento faccia di nuovo capolino, da qui all'approvazione della legge di bilancio", conclude.