**Manovra: Ferrari (Pd), 'incomprensibile no su Errani, M5S predica bene e razzola male…'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 nov. (Adnkronos) – Un no "incomprensibile" e "inaspettato" e uno scontro di cui, al momento, non si vede la soluzione: "Non abbiamo segnali". Alan Ferrari, vicepresidente dei senatori Pd e membro della commissione Bilancio di Palazzo Madama, parla così all'Adnkronos del corto circuito in atto sulla scelta del relatore della manovra che vede Pd e M5S su fronti contrapposti dopo il no dei grillini alla proposta su Errani di Leu, già "avanzata informalmente" senza che fossero posti particolari problemi. Una fibrillazione già ai nastri di partenza sui lavori della manovra che fa dire a Ferrari: "C'è preoccupazione". E anche un po' di rammarico: "Da senatore del centrosinistra sarei un po' dispiaciuto se i 5 Stelle non si considerassero dentro una scelta comune".

Senatore Ferrari, il presidente della Bilancio, Pesco dei 5 Stelle, propone tre relatori (uno di centrosinistra, uno di centrodestra e uno M5S). Perché il Pd dice no? "Anche alla luce dei voti di ieri al Senato e la confusione che c'è stata in aula su alcuni passaggi, credo serva la massima responsabilità di tutti che qui si traduce nel consentire che i lavori sulla legge bilancio partano nel modo più ordinato ed efficace possibile".

"E perché questo sia possibile occorre scegliere dei relatori che siano di massima rappresentanza e di esperienza. Questo lo ottieni con una combinazione di due relatori e non con uno per ogni forza politica. Altrimenti noi proponiamo il nostro Manca e Iv il suo e poi Forza Italia… Avere due relatori è la forma che ci consente di lavorare bene e rispondere a una sintesi: uno espresso dal centrosinistra con M5S e uno dal centrodestra".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli