Manovra, Gelmini: c'è aumento Iva, in Nadef svelato inganno

Pol/Vep

Roma, 2 ott. (askanews) - "Dicono che non aumenteranno l'Iva o al massimo che sarà rimodulata con impatto neutro per i consumatori: questa tesi, oltre ad essere contraddetta da autorevoli esponenti del Governo come il Ministro Boccia, che questa mattina conferma che la rimodulazione ci sarà, è smentita dallo stesso documento del Governo. A pagina 35 della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza, è svelato l'inganno: nel 2020 ci sarà la rimodulazione dell'Iva, che è cosa ben diversa dal bloccarne l'aumento, e che viene quantificata in un incremento di entrate pari allo 0,3% del Pil". Lo afferma Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia.

"Purtroppo questo governo dice una cosa e fa l'esatto contrario. L'Iva aumenterà e la maggioranza lo confesserà solo con la legge di bilancio e all'ultimo momento, magari dopo le elezioni regionali in Umbria. Noi abbiamo le idee chiare: l'Iva non deve assolutamente aumentare, perché ciò penalizzerebbe i beni di largo consumo e quindi le fasce più deboli della popolazione, e settori come la ristorazione e il settore alberghiero, che andrebbero rilanciati piuttosto che penalizzati", conclude.