Manovra, Gelmini: criminalizza professionisti

Pol/Vlm

Roma, 18 ott. (askanews) - "Il carcere per i presunti evasori fiscali così come la confisca per i mafiosi sono misure abnormi degne di uno Stato di polizia, non certo di una democrazia. Il populismo manettaro a cui il Movimento 5 Stelle ci ha abituato sta oltrepassando ogni limite, arrivando a criminalizzare artigiani, commercianti, imprenditori, liberi professionisti, additandoli come un nemico da arrestare. Un quadro allarmante, ma non per il M5S né per il Partito democratico che, con qualche imbarazzo, non si oppone a questa follia che attenta alla libertà individuale e alla tenuta del Paese". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

"L'evasione non si contrasta minacciando il carcere, ma abbassando la pressione fiscale, ma il governo più a sinistra della storia sceglie di fare l'esatto contrario, aumentando le tasse e sventolando le manette in faccia al popolo delle partite iva. Domani Forza Italia sarà in piazza anche e soprattutto per urlare il proprio no a questo insensato, deleterio, illiberale provvedimento", conclude.