Manovra, Gelmini (FI): no a Stato di polizia fiscale

Pol/Vlm

Roma, 14 ott. (askanews) - "A quanto pare il Consiglio dei ministri di oggi esaminerà solo il Documento programmatico di Bilancio (DpB), ma non il decreto fiscale che deve 'blindare' le misure poste a copertura della manovra. L'unica certezza è che aumenteranno le tasse e introdurranno misure da stato di polizia fiscale". Così Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia.

"È evidente lo scontro nella maggioranza sulle scelte politiche da assumere, perché le coperture economiche, che peraltro non ci sono, non sono semplici artifizi contabili ma parte essenziale di un programma di governo. E il programma di questo governo è tartassare il ceto medio. Bisogna invece aggredire finalmente la spesa improduttiva e assistenzialistica a partire dal reddito di cittadinanza e mettere tutte le risorse per tagliare il costo del lavoro e dare più soldi in busta paga ai lavoratori. Questo governo - egemonizzato dai 5Stelle - non lo farà", conclude.