Manovra, Gelmini: pignoramento conti è misura intimidatoria

Pol/Vep

Roma, 21 nov. (askanews) - "Il governo giallorosso - con Misiani e la Castelli - corre ai ripari e cerca di smentire goffamente la nuova stangata contro gli italiani targata Pd-M5S-Iv-Leu, ovvero il pignoramento dei conti correnti che i Comuni, grazie alla manovra, potranno mettere in atto per riscuotere i tributi locali". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

"I membri dell'esecutivo hanno poco da accalorarsi. La legge di bilancio scritta tra il Ministero dell'Economia e delle finanze e Palazzo Chigi parla chiaro: dal 1° gennaio gli accertamenti emessi dagli enti locali relativi a tributi propri e alle entrate patrimoniali saranno immediatamente esecutivi, ad essi pertanto non seguirà più la cartella di pagamento o l'ingiunzione fiscale ", sottolinea. "Altro che 'semplificare le procedure', queste sono letteralmente mani dello Stato nelle tasche dei cittadini. Si conferma un governo-Dracula. Occorre fermare subito questa assurda e intimidatoria misura", conclude.