Manovra, Giammanco: detrazioni e stop a commissioni banche

Pol-Afe

Roma, 22 ott. (askanews) - "L'evasione fiscale si combatte introducendo detrazioni fiscali per scontrini e fatture. E per incentivare l'utilizzo del pos basterebbe eliminare i costi riconducibili alle commissioni su ogni singola transazione. Normale che chi ha il pos versi un canone mensile in cambio del servizio che gli viene reso dall'istituto bancario, ma permettere alle banche di andare a speculare su ogni singola transazione lo trovo molto ingiusto". Così in una nota Gabriella Giammanco, vicepresidente di Forza Italia in Senato.

"Riducendo ulteriormente, inoltre, il limite all'uso del contante - prosegue - questo governo farà solo un gran dispetto agli italiani e alla nostra economia. Chi vorrà, troverà il modo per aggirare gli ostacoli, in primis andando a spendere i propri soldi altrove, fuori dal nostro Paese. Infine, non tutti sono nelle condizioni di poter avere una carta di credito, per cui voler imporre l'uso della moneta elettronica e' profondamente sbagliato. Il Governo dei rinvii, con la sua manovra 'salvo intese', scritta ancora sull'acqua perché priva di una reale intesa tra le forze di maggioranza, ci rifletta e non conduca il Paese a sprofondare. Per rilanciare la nostra economia, e consentire ai cittadini di pagare serenamente le tasse, serve ben altro. In primis, una riduzione reale della pressione fiscale", conclude Giammanco