Manovra, Lega: l'Istat certifica buco di 400 milioni

Pol/Bar

Roma, 30 ott. (askanews) - "Prima ancora che inizi l'iter parlamentare la legge di bilancio ha già un buco di 400 milioni da coprire". Lo hanno dichiarato in una nota congiunta i deputati della Lega Giuseppe Bellachioma, Vannia Gava e Vanessa Cattoi.

"L'ISTAT, in audizione in commissione Bilancio alla Camera, ha spiegato che, basandosi sugli anni precedenti, la quasi totalità delle spese per le missioni militari all'estero sono spesa corrente e quindi devono essere imputate all'anno 2019. Dato che la ministra Trenta a quanto pare ha speso 1.400 milioni invece del miliardo preventivato ecco che la parte eccedente - si legge ancora nel comunicato - deve essere imputata contabilmente all'anno 2019 e quindi coperto nell'attuale legge di bilancio. Dato che non pensiamo che il governo espressione di un partito che ha sempre condannato i falsi in bilancio non voglia farne uno di dimensioni record, questi 400 milioni spesi per i nostri soldati devono comparire senza indugio in manovra", concludono i deputati leghisti.