Manovra, M5s: bene vertice, lotta serrata a grande evasione

Pol/Vep

Roma, 20 ott. (askanews) - "È un bene che Di Maio abbia chiesto e ottenuto un vertice di maggioranza dove potremo illustrare ciò che non ci soddisfa della manovra". È quanto affermano in una nota i membri della commissione Bilancio alla Camera del MoVimento 5 Stelle.

"Se vogliamo affrontare seriamente il problema dell'evasione fiscale bisogna andare fino in fondo con il carcere per i grandi evasori, questa è la via maestra - sostengono -. L'obbligo del Pos è una soluzione che ci vede favorevoli, ma solo a condizione che si abbattano i costi per i commercianti, altrimenti si rischia solamente di caricarli di nuovi costi e nuova burocrazia. Così come non ha senso tornare indietro sul regime forfettario per le partite IVA, che noi abbiamo approvato lo scorso anno e che ha avuto un grande successo. Vogliamo semplificare la vita ai piccoli accompagnandoli verso forme di pagamento tracciabili e abbassando loro le commissioni bancarie, e allo stesso tempo colpire duramente i grandi evasori, i miliardari che spostano i capitali nei paradisi fiscali. Noi del MoVimento 5 Stelle siamo la prima forza del Parlamento grazie ai voti di milioni di italiani e rispondiamo solo a loro. Le nostre sono proposte costruttive per migliorare una manovra che deve aiutare i cittadini e iniziare a perseguire veramente i grandi evasori". 2Il Governo, dal Presidente del Consiglio a tutti i Ministri, ha la nostra fiducia e ci dispiace che queste nostre proposte di buon senso siano state accolte con malumore e toni che non ci saremmo aspettati. Siamo convinti che il vertice di maggioranza possa sciogliere i nodi principali", concludono.