Manovra, M5S: paghino i grandi evasori non i cittadini

Red/Lsa

Roma, 18 ott. (askanews) - "La manovra che ci apprestiamo a varare deve essere quella nella quale si inizia a colpire chi finora non ha mai pagato. Ci riferiamo ai grandi evasori, coloro i quali sottraggono alle casse dello Stato decine di miliardi di euro, magari ricorrendo a paradisi fiscali". Lo affermano in una nota i membri del M5S in Commissione Bilancio alla Camera, "Il tetto al contante, la multa sul Pos, l'abolizione del regime forfettario per le partire Iva nulla hanno a che vedere con il contrasto dei grandi evasori. Sono misure - aggiungono - che non fanno recuperare risorse e che lanciano un messaggio sbagliato, mettendo nel mirino chi invece deve essere sostenuto". La nota cita quindi "commercianti, artigiani, imprenditori che investono e producono in Italia. Non siamo stati eletti per accanirci su commercianti, artigiani, parrucchieri, elettricisti, ma per far pagare chi ha spolpato vivo questo Paese, i grandi colossi finanziari, le multinazionali, i grandi evasori che nascondono centinaia di milioni di euro ogni anno nei paradisi fiscali".