Manovra: Malpezzi, 'dialetto e bonus, maggioranza ignora priorità, serve serietà'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 nov. (Adnkronos) – "Dal dialetto veneto da insegnare a scuola fino al bonus per i matrimoni religiosi, temo che la maggioranza non abbia chiaro quali sono le priorità degli italiani. Mentre a destra propongono in Parlamento leggi incostituzionali e assurde, il Governo mette in campo una manovra populista che non aiuta i cittadini più fragili: riduce la platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza, allarga una tassa iniqua come la flat tax, introduce condoni che penalizzano chi ha sempre pagato le tasse, agisce in modo non adeguato sul taglio del cuneo fiscale e propone un taglio dell’Iva su pane, pasta e latte che si tradurrà in uno spot da 22 euro l’anno. La maggioranza alla guida del Paese deve smettere di fare propaganda e occuparsi dei bisogni dei cittadini in questa fase difficile. Serve serietà”. Lo afferma Simona Malpezzi, capogruppo del Pd al Senato.