Manovra, Miceli (Pd): Siri al Viminale e M5s muti?

Pol/Bac

Roma, 6 ago. (askanews) - "Il Movimento 5 stelle non ha niente da dire sulla presenza di oggi dell'ex sottosegretario al ministero dell'Interno all'incontro con le parti sociali al Viminale? Prima lo fanno dimettere da sottosegretario stigmatizzando il fatto che sia sospettato di aver ricevuto tangenti dal socio del prestanome di Messina Denaro e poi fanno finta di non vedere che Siri, pur non avendo ruolo di Governo, continua a fare politica dentro il Viminale come se nulla fosse? Erano giuste le dimissioni vista la delicatezza del caso o all'improvviso sono tornati garantisti?". Lo dichiara il deputato del Partito democratico Carmelo Miceli, componente della commissione Antimafia.

"L'arroganza con cui Salvini fa finta che la vicenda Siri non esita e l'omertà con cui i 5 Stelle fanno finta di non vedere e non capire è una mortificazione per chi combattere sul campo la criminalità. E' evidente che per questo Governo legalità e lotta alla mafia sono solo parole vuote da mettere in un tweet", conclude.