Manovra, Misiani: scelte che vengono da Piano per L'Italia Pd

Gal

Roma, 15 ott. (askanews) - "La manovra di bilancio aiuterà l'Italia a ripartire....Sono scelte in cui le democratiche e i democratici possono pienamente riconoscersi, perché riprendono i cardini del Piano per l'Italia presentato dal PD il 15 maggio 2019". Lo scrive su facebook Antonio Misiani, viceministro dell'Economia sintetizzando i punti salienti della prossima legge di bilancio.

"Nessun aumento dell'IVA, nonostante la clausola di salvaguardia più alta di sempre (23 miliardi nel 2020 e 29 miliardi dal 2021). Meno tasse sui lavoratori per aumentare le buste paga: 3 miliardi in meno nel 2020 e 5 miliardi dal 2021 - scrive Misiani -. Una forte spinta agli investimenti pubblici e privati: oltre 50 miliardi per i prossimi quindici anni dedicati allo sviluppo sostenibile e alle infrastrutture sociali, per rendere l'Italia un paese leader nell'economia verde e creare centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro; la proroga degli incentivi di Impresa 4.0 (estesi all'economia circolare), di ecobonus, sisma bonus e bonus ristrutturazioni, del credito d'imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno. L'anticipo al 2022 della totale deducibilità dell'IMU sugli immobili strumentali delle imprese. Più risorse per le famiglie, a partire dalla gratuità dei nidi per le famiglie a reddito basso e medio e dalla creazione di un Fondo per avviare nel 2020 il riordino degli strumenti esistenti, premessa indispensabile per realizzare l'assegno unico e la carta servizi per i figli".

E ancora: "più risorse per la scuola e la sanità, avviando l'abolizione del super ticket, e un ambizioso piano per la casa. Sono passi importanti nella direzione giusta, per rendere l'Italia più verde, giusta e competitiva", conclude il viceministro dell'Economia.