Manovra, Pd: ma quale assedio, solo ricerca di visibilità

Pol/Luc

Roma, 18 ott. (askanews) - "Non vorremmo che la ricerca di visibilità da parte di alcuni esponenti della maggioranza, raccontata come assedio da qualche media, rappresenti un gioco ad alto rischio sulla pelle degli italiani. Crediamo che non solo il Pd debba essere orgoglioso di aver cominciato a tagliare le tasse ai lavoratori dipendenti, con buste paga più pesanti, di aver abolito il super ticket, di aver stanziato fondi per le famiglie, contro il deserto demografico, per gli asili nido gratis, per la casa, per le imprese e per la sostenibilità. L'orgoglio di far parte di una squadra di Governo non può esaurirsi in diktat, ultimatum o distinguo che non hanno ragione di esistere soprattutto da parte di chi ha voluto, più di altri, questa esperienza di Governo non solo per far pagare agli italiani i 23 miliardi del conto del Papeete". Così in una nota Pietro Bussolati della segreteria nazionale Pd.